Disponibile
La teologia del XX secolo
Rosino Gibellini

La teologia del XX secolo

Prezzo di copertina: Euro 46,00 Prezzo scontato: Euro 39,10
Scarica:
Collana: Biblioteca di teologia contemporanea 69
ISBN: 978-88-399-0369-3
Formato: 16 x 23 cm
Pagine: 760
© 1992, 20147

In breve

Il libro presenta un panorama ampio e ben documentato dei movimenti, degli orientamenti e dei protagonisti della teologia del XX secolo. Rappresenta il bilancio finora più completo sui percorsi intrapresi e battuti dai teologi contemporanei.

Descrizione

L'opera propone una ricostruzione globale della storia del pensiero cristiano del XX secolo nei suoi momenti più significativi, nelle sue tematiche più impegnative, nei testi essenziali che ne scandiscono il percorso.
Dal Sommario: I. Teologia dialettica; II. Teologia esistenziale; III. Teologia ermeneutica; IV. Teologia della cultura; V. Teologia e Modernità; VI. Teologia della secolarizzazione; VII. Il cammino della teologia cattolica dalla controversia modernista alla svolta antropologica; VIII. Teologia della storia; IX. Teologia della speranza; X. Teologia politica; XI Teologia e esperienza; XII. Teologia della liberazione; XIII. Teologia nera; XIV. Teologia femminista; XV Teologia del Terzo Mondo; XVI. Teologia ecumenica.

Edizione attualizzata con una Appendice
«Il passo del Duemila in teologia»


Recensioni

L'autore ci conferma il mutato scenario della riflessione teologica, aprendoci a prospettive diverse di rinnovamento, che possono anche diventare un interessante punto di riferimento per in nuovi criteri che ci permettono di individuare gruppi di ricercatori. In questo volume, come in Prospettive teologiche per il XXI secolo, troviamo raggruppamenti di teologi per interessi, prospettive, problemi trattati, ma non per «scuole» nel senso classico del termine.
Si può però negare tout court il carattere di «scuola» alla ricerca sul Gesù storico nelle sue diverse versioni? Oppure alla teologia della liberazione o alla teologia femminista? Forse no, considerato come sono riconoscibili le metodologie e come gli autori si rifacciano gli uni agli altri. D'altra parte è innegabile che non lavorino tutti nello stesso luogo e che riconoscere una linea discendente non è facile, tanto più che le prospettive e gli orientamenti si moltiplicano e si differenziano in base ai luoghi in cui la teologia viene elaborata e in base alle esperienze dei teologi.
I testi indicati sono un riferimento di indiscusso valore per orientarsi nel mare magnum della teologia più recente, completi in quanto ad autori e pubblicazioni, si rivelano acuti e stimolanti nei commenti e nelle analisi di così tante prospettive, senza considerare i ricchi riferimenti bibliografici capaci di condurre ad approfondimenti ulteriori di qualità.
S. Segoloni Ruta, in CredereOggi 6/2018, 157